ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 10 luglio/ Fabio Cani/ Fotografare la storia di Como

La casa editrice NodoLibri dedica da più di trent’anni un’attenzione specifica al territorio lariano, in tutti i suoi aspetti: arte e monumenti, ma anche storia e problemi, società e persone. Nel volume iCOMOgrafie, pubblicato nel 2018 dopo che per tutto il 2017 – giorno dopo giorno – erano state presentate sul web schede quotidiane, le storie del territorio sono interpretate a partire da un’immagine. Le 365 immagini, presentate in una sequenza assai fluida, possono essere liberamente riorganizzate secondo temi trasversali, tra cui quello cui dedichiamo attenzione oggi.

Dalle 10/ L’idea generale è stata presentata in un incontro alla libreria Ubik, documentata da ecoinformazioni. Durante quella presentazione, assai poco formale, sono state riprese le ragioni delle scelte, a partire dall’idea della copertina. Leggi l’articolo su ecoinformazioni cui sono collegati anche gli altri video di quella presentazione.

Dalle 11/ Le immagini servono, sempre in modo leggero per quanto attento, come documentazione (ma a volte anche solo come pretesto), per raccontare storie, per ricostruire momenti particolari e persino per mettere in evidenza problemi generali di metodo storico. Le immagini vanno contestualizzate e decodificate, perché sono un documento di tipo molto particolare. Come nel caso della foto presentata per il 25 aprile.

Dalle 12/ Per la festa della Repubblica, il 2 giugno, il tipo di immagine è completamente diversa: non una fotografia, ma una prima pagina di giornale: una figura meno accattivante – sicuramente – ma a guardarla bene, anch’essa rivela delle storie particolari, magari nascoste dietro l’uso di un verbo piuttosto che un altro.

Dalle 13/ Le due ricorrenze precedenti sono protagoniste del “calendario civile”, ovvero di quella serie di date che articolano la storia nazionale e la sua memoria, ma anche altre immagini sono in grado di raccontare episodi centrali nella storia della nazione e di questo territorio, come quella dedicata alla battaglia di San Fermo del 1859, episodio fondamentale del Risorgimento, ritratta dal vero.

Dalle 14/ Per finire: un avvenimento più recente, non ufficializzato in alcun modo nella memoria collettiva, ma centrale nella storia dei consumi, ovvero nella vita quotidiana cittadina: l’inaugurazione del primo grande magazzino moderno nel 1962. Una storia epica, a suo modo, e i cui esiti sono ancora presenti, anche se i nomi e le date non si ricordano più…

Per oggi può bastare. Se proprio volete altre iCOMOgrafie vi basta cercare negli archivi della WebTV o continuare a consultarci nelle prossime settimane. [Fabio Cani, Nodolibri]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.