ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 26 luglio/ Nativi e migranti insieme. Più cittadinanza attiva, più diritti

La domenica è dedicata alle proposte del progetto Nativi e migranti insieme, più cittadinanza attiva, più diritti per sviluppare la conoscenza dei paesi “altri” dei quali spesso si conosce poco dando così un substrato aculturale al razzismo e alla xenofobia. Mara Cacciatori, Abby Basiouny, Artur Borghesani, Musa Drammeh, servizio civilista/i dell’Arci di Como hanno selezionato video di musica, cultura, cronaca e politica di paesi lontani che aiutano a capire meglio i paesi da cui arrivano le migrazioni.

Dalle 10/ Musa Drammeh ci presenta la storia di Tomas Sankara. Noto anche come Tom Sank, è stato un leader carismatico per tutta l’Africa occidentale sub-sahariana. Cambiò il nome di Alto Volta in Burkina Faso e si impegnò per eliminare la povertà attraverso il taglio degli sprechi statali e la soppressione dei privilegi delle classi agiate. Finanziò un ampio sistema di riforme sociali incentrato sulla costruzione di scuole, ospedali e case per la popolazione estremamente povera, oltre a un’importante lotta alla desertificazione con il piantamento di milioni di alberi nel Sahel. Fu ucciso in un colpo di stato nel 1987, ma la sua eredità e il suo combattere contro le inguistizie del colonialismo lo hanno reso un eroe al pari di Nelson Mandela e un esempio per tutti coloro che si battono per le popolazioni africane e i loro diritti.

Dalle 11/ Mara Cacciatori ci porta il progetto della Grande muraglia verde in Africa, nato nel 1952 grazie a un’idea dell’esploratore inglese Richard St. Barbe Baker con l’intento di affrontare un problema che sempre di più preoccupa il continente africano in maniera non indifferente: il caso della desertificazione. Il progetto prevede la piantagione di 8 mila chilometri di alberi e ha contato sulla partecipazione di più di 20 stati africani, che hanno potuto contare sull’aiuto anche di paesi come Egitto e Tunesia decisi a contribuire alla “Muraglia Verde” senza che la preoccupazione dell’avanzata del Sahara li tocasse.

Dalle 12/ Artur Borghesani ci porta un video su Marcel Gotène (1939/2013), artista congolese che in sessant’anni di carriera è diventato il simbolo della pittura africana nel mondo. La ricchezza dei suoi dipinti prende spunto dalle scene di vita quotidiana, dai villaggi, dalla danza, dalle piccole case di paglia, dalle savane, dalle foreste. Le sue tele esprimono movimento, fantasia, prediligendo un universo tormentato, con suonatori di tam-tam, danzatori, uccelli, animali in un groviglio ingarbugliato, dando vita a vere e proprie favole dai colori vivaci, vibranti e vivi, come porpora, blu, arancione, rosso e giallo. In alcuni quadri Gotène vuole denunciare quello che di negativo vede nella vita quotidiana.

Dalle 13/ Abby Basiouny ci porta a conoscere Ismaël Lô, cantante senegalese ben conosciuto sia in Africa che nel mondo. L’album Jammu Africa è uno dei suoi successi maggiori, dal quale ascoltiamo la traccia principale. La canzone parla di un sogno: vedere un giorno l’Africa unita e prospera, realizzabile solo se ci sarà pace nel continente.

Dalle 14/ L’area che circonda il muro di 2.700 chilometri che divide i campi profughi saharawi in terra algerina dal Sahara Occidentale, è una delle più minate del mondo. “Un arbol por cada mina” è un progetto nato nel 2017: ogni mina, un albero, per sostituire così la vita con la morte. L’obiettivo è quello di piantare 7 milioni di alberi e creare un “muro” speculare a quello marocchino, un muro verde. Una delle piante utilizzate è l’Acacia Raddiana, una pianta simbolo per il popolo saharawi che può sopravvivere senza acqua per tre anni. Da questa pianta si estrae l’elk, una resina che viene utilizzata come medicinale, mentre con il legno si ricavano oggetti tradizionali e le foglie diventano foraggio per gli animali. Questo video, del marzo 2020, è stato realizzato dal un volontario di Afapredesa, l’associazione dei desaparecidos saharawi, che agisce per la difesa dei diritti umani della popolazione.

L’Èstate di Arci Como WebTV continua domani con i video di Arci Millennium82. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.