ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 27 settembre/ Abby Basiouny/ Dolores Huerta

Dolores Huerta è nata il 10 aprile 1930, nella città mineraria di Dawson, nel New Mexico. Era la figlia di Juan Fernández e Alicia Chávez. Suo padre era un lavoratore agricolo, minatore e attivista sindacale eletto nella legislatura del New Mexico nel 1938. Quando aveva tre anni, i suoi genitori divorziarono. Huerta si traferì con i suoi due fratelli e la madre a Stockton, in California, dove ha trascorso la maggior parte della sua infanzia e della prima età adulta.

La madre di Huerta era conosciuta nella comunità locale per la sua gentilezza e compassione. Era attivamente impegnata nella sua comunità di famiglie lavoratrici di origine messicana, filippina, afroamericana, giapponese e cinese. 

Huerta ha conseguito una credenziale di insegnamento presso il Delta College dell’Università del Pacifico a Stockton. Dopo la laurea, ha lavorato insegnando ai figli dei braccianti. È stata questa esperienza che l’ha catalizzata nel suo attivismo lavorativo. Ricorda: “ Non potevo tollerare di vedere ragazzi venire in classe affamati e bisognosi di scarpe. Pensavo di poter fare di più organizzando i lavoratori agricoli che cercando di insegnare ai loro bambini affamati “. Ha lasciato l’insegnamento per lavorare alla guida della Community Service Organization (CSO), che ha lavorato per il miglioramento economico dei latini. Nel 1955, durante il suo lavoro con la CSO, Huerta fu presentata a César Chávez, il suo direttore esecutivo. Nel 1960, Huerta fondò l’Associazione dei lavoratori agricoli, che organizzava unità di registrazione degli elettori.

Huerta e Chávez si resero presto conto di condividere l’interesse per l’organizzazione dei lavoratori agricoli. Nel 1962, hanno lasciato la CSO per lanciare la National Farm Workers Association (NFWA). Nel 1965, la NFWA fu contattata dai lavoratori dell’uva a Delano, in California, per sostenere il loro sciopero. Stavano scioperando per un aumento di stipendio. I lavoratori di Delano erano per lo più lavoratori filippini affiliati al Comitato Organizzatore dei Lavoratori Agricoli (AWOC). La NFWA si fuse con l’AWOC, formando infine la United Farm Workers of America nel 1966.

Huerta ha preso un’analisi intersezionale per organizzare i lavoratori agricoli, il che significa che ha considerato come le esigenze specifiche dei lavoratori variavano a seconda delle loro diverse identità. Ha osservato che le lavoratrici agricole erano a rischio unico di violenza sessuale e che i figli dei lavoratori agricoli avevano preoccupazioni specifiche per i loro diritti come giovani lavoratori nei campi che lavorano insieme ai loro genitori. La sua preoccupazione per i bisogni delle famiglie dei lavoratori ha influenzato la sua posizione sulla necessità di un’azione nonviolenta.

Huerta è ancora attiva nell’organizzazione della comunità. Nel 2003 ha fondato la Fondazione Dolores Huerta per l’organizzazione di comunità di base. La Fondazione lavora per organizzare le comunità e sviluppare i futuri leader. Huerta spesso sostiene e incoraggia le donne latine a partecipare a cariche pubbliche. Vede il lavoro della sua fondazione come la continuazione dell’eredità dei movimenti nonviolenti per i diritti civili a cui ha partecipato. La Fondazione continua a coinvolgere i residenti della California in iniziative di registrazione degli elettori e forum di candidati non partigiani, continuando il lavoro di Huerta che ha iniziato con l’Agricultural Workers Association nel 1960.

Dolores Huerta ha ricevuto l’Eleanor Roosevelt Award for Human Rights (assegnato dal Presidente degli Stati Uniti), la Presidential Medal of Freedom e altri premi. Nel 1993, è stata la prima latina inserita nella Hall of Fame nazionale delle donne degli Stati Uniti. È stata anche riconosciuta dalle comunità per cui ha combattuto: numerosi murales e corridos (un tipo di canzone tradizionale messicana) sono stati creati in suo onore.

Si se Puedo! È un album di beneficenza di vari artisti del 1977con Los Lobos e vari vocalist, inclusi i Salas Brothers della band Tierra. I proventi dell’album sono andati agli United Farm Workers of America. “Sí, se puede” è il motto degli United Farm Workers of America. [4]

Nel 1976, Art Brambila, un produttore televisivo e musicale di Los Angeles, [5] stava cercando uno sponsor per il suo nuovo programma televisivo di musica latina , The Mean Salsa Machine . Aveva sentito che Cesar Chavez , presidente della United Farm Workers , aveva una relazione con Coca-Cola e gli aveva chiesto aiuto per ottenere un accordo con la società. Quando Chavez è riuscito a ottenere la sponsorizzazione per lo spettacolo, Brambila ha voluto ripagarlo. [1] Brambila decise di mettere insieme un album di canzoni in onore di Chavez e degli United Farm Workers, e scelse Los Lobos , allora un messicano localegruppo folk chiamato Los Lobos Del Este De Los Angeles, come gruppo di supporto per il progetto. Accompagnavano una varietà di cantanti che eseguivano canzoni che celebravano i risultati di Chavez e la lotta dei lavoratori agricoli. [2]

La cantante Carmen Moreno di Fresno, Geri Gonzales di East LA, i fratelli Salas di Lincoln Heights, Ramon “Tiguere” Rodriguez di Phoenix, il fratello di Brambila Raul e un coro scolastico di Los Angeles hanno accettato di partecipare. Herb Alpert, presidente di A&M Records, ha donato del tempo in studio e, nel gennaio 1977, Brambila ha riunito i musicisti nello studio di A&M a Los Angeles per registrare l’album. Nel marzo 1977, alla United Farm Workers Union furono presentate 5.000 copie dell’album.

Il canale youtube di Los Lobos oggi ci dà la possibilità di ascoltare una delle sue bellissime tracce dell’album, questa dedicata specialmente a Dolores Huerta.

Il 29 maggio 2009, Dolores Huerta ha ricevuto dal presidente degli Stati Uniti in carica, ossia Barack Obama, la medaglia presidenziale della libertà. Oggi il canale youtube di 23ABCNewsKERO ci mostra la conferenza tenuta il giorno della premiazione di Dolores e ci mostra le bellissime parole usate da Obama per ringraziarla per tutto il lavoro duro fatto da lei per i diritti dei lavoratori agricoli.

dalle 13/ Dolores è un documentario americano del 2017 diretto da Peter Bratt, sulla vita dell’attivista sindacale Dolores Huerta. È stato prodotto da Brian Benson per PBS, con Benjamin Bratt e Alpita Patel come produttori di consulenza e Carlos Santana come produttore esecutivo.

Il documentario inizia discutendo della vita di Dolores prima di diventare l’attivista che è nota per essere oggi. Dolores durante gli anni ’40 e ’50 viveva la vita tipica di un chicano per quel periodo. Anche in tenera età era disturbata dal mondo che la circondava e si sentiva insoddisfatta della vita che stava vivendo. Ha assistito alla brutalità della polizia e ad altri orrori che le hanno fatto sentire che non c’era vera giustizia o uguaglianza nel mondo in cui viveva. Inoltre, era insoddisfatta della sua vita di giovane madre. Essendo stata sposata e divorziata due volte, stava cercando qualcosa per soddisfarla e questo è quando ha incontrato Fred Ross . 

Fred Ross era un organizzatore di comunità in California che cercava persone disposte a migliorare la comunità. I suoi obiettivi furono immediatamente attraenti per la giovane Huerta a causa dell’attenzione di Ross sulla brutalità della polizia e dei suoi sforzi per combatterla. La loro relazione sbocciò e nel 1959 Dolores era a capo dello Stockton Chapter della Community Service Organization, un gruppo dedicato ad aiutare i latinoamericani nella comunità.

Durante questo periodo di tempo Dolores ha dimostrato di essere una grande leader, organizzatrice e lobbista. Inoltre, fu durante questi primi anni che fu presentata, da Ross, a Cesar Chavez.

 Chavez aveva l’obiettivo di organizzare un sindacato per i lavoratori agricoli e sapeva che Dolores sarebbe stata la persona di cui aveva bisogno per aiutarlo a raggiungere questo obiettivo. Tra gli sforzi di Huerta e Chavez nacquero gli United Farm Workers of America . Il documentario discute l’ampio impegno che Dolores ha preso quando ha avviato questa organizzazione. È stata costretta a prendere e trasferire la sua famiglia a Delano, in California per essere in contatto con le comunità agricole che cercava di aiutare. È stata costretta a lasciare indietro anche alcuni dei suoi figli più piccoli per paura che non sarebbero stati in grado di sopportare le circostanze delle loro nuove condizioni di vita e la dedizione delle madri all’UFW. Il canale youtube della PBS oggi ci mostra il trailler del documentario-film sulla vita di Dolores.

Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.