ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 16 ottobre/ Mara Cacciatori/ La pena di morte

La pena di morte esiste da millenni, più o meno in tutte le società, come la tortura e la schiavitù. Detta anche pena capitale, è attualmente abolita in quasi tutti i Paesi democratici e, sebbene sia ancora in vigore in diverse parti del mondo incluse due super-potenze come Usa e Cina, i dati mostrano che il numero complessivo di condanne è progressivamente diminuito.

Secondo uno studio condotto dall’associazione Amnesty International, nel 2017 si registra un significativo decremento nell’uso della pena di morte nel mondo. A confermarlo il nostro Rapporto sulla pena di morte: nel 2017 registriamo almeno 993 esecuzioni in 23 stati, il 4 per cento in meno rispetto alle 1032 esecuzioni del 2016 e il 39 per cento in meno rispetto alle 1634 del 2015, il più alto numero dal 1989. Sono state emesse almeno 2591 condanne a morte in 53 stati, rispetto al numero record di 3117 nel 2016. Questi dati non comprendono le condanne a morte e le esecuzioni in Cina i cui numeri sono considerati segreto di stato.

Nel 2017 Guinea e Mongolia hanno abolito la pena di morte: in totale gli stati abolizionisti sono saliti a 106. Dopo che il Guatemala ha abrogato la pena di morte per i reati comuni, il numero degli stati che per legge o nella pratica hanno abolito la pena di morte è salito a 142. Solo 23 stati, come nel 2016, hanno continuato a eseguire condanne a morte, in alcuni casi dopo periodi di interruzione.

L’Italia ha impiegato 42 gli anni per arrivare alla piena abolizione della pena di morte. Un percorso travagliato che va dal dal 13 marzo del 1865 quando per la prima volta la Camera dei deputati voto per la moratoria, al 2007, anno in cui una legge costituzionale ha cancellato l’ultimo accenno alle esecuzioni nell’ordinamento italiano.

Questo video è stato realizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, un movimento laicale di ispirazione cristiana cattolica, dedito alla preghiera e alla comunicazione del Vangelo, che si definisce come “associazione pubblica di laici della Chiesa”. Tra le cose del passato che l’umanità ha superato, la pena di morte è una di queste e deve rimanere tale. Lo dicono Teresa e Aurora, volontarie di Sant’Egidio. La Comunità di Sant’Egidio muove la campagna #penadimortemai #stand4humanity perché ha conosciuto tanti condannati a morte nel tempo, anche con scambio di lettere, e ha toccato con mano questa negazione totale di tutti i diritti dell’uomo. Più di 2000 città del mondo illuminano i propri monumenti ed edifici pubblici per dire NO alla pena di morte. Il 30 novembre 2018 alle 18:00, come ogni anno, il Colosseo si illumina con scenografie di luce per le “Città per la vita, città contro la pena di morte”.

Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.