Caso Julian Assange: una cassetta degli attrezzi per orientarsi

In un articolo sulla manifestazione del 15 ottobre si è provato a sintetizzare ciò che è accaduto e sta accadendo a Julian Assange. Ma la complessità della vicenda si intreccia con diverse personalità e fenomeni di difficile comprensione. Di conseguenza, per riuscire a orientarsi al meglio e comprendere la portata della posta in gioco della sua estradizione, proponiamo alcune letture, documentari, film e podcast.

LIBRI

Il potere segreto. Perché vogliono distruggere Julian Assange e WikiLeaks, di Stefania Maurizi, Chiarelettere, 2021
Stefania Maurizi è l’unica giornalista italiana ad aver seguito la vicenda di Julian Assange, scivendo della sua storia su diverse testate, incontrandolo più volte e citando in giudizio i governi di Svezia, Regno Unito, Australia e Stati Uniti. «Questo è un libro che dovrebbe farvi arrabbiare moltissimo. Se crediamo di vivere in una democrazia, dovremmo leggere questo libro. Se ci sta a cuore la verità e una politica onesta, dovremmo leggere questo libro», dalla prefazione di Ken Loach.

Errore di sistema, di Edward Snowden, Longanesi, 2019

La vicenda di Snowden ha molto in comune con quella di Assange e i due sono stati anche molto vicini grazie a Sarah Harrison, editrice di WikiLeaks che ha aiutato Snowden a fuggire da Hong Kong a Mosca, dove attualmente vive. In quanto dipendente della CIA e dell’NSA, Snowden ha avuto accesso a documenti che attestavano il lavoro illegale dell’apparato di sorveglianza internazionale denominato Five Eyes, con cui i governi di Australia, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti controllavano e spiavano i governi stranieri e i loro leader, anche alleati.

No place to hide. Sotto controllo. Edward Snowden e la sorveglianza di massa, di Glenn Greenwald, Rizzoli, 2014

Il primo dicembre 2012, Glenn Greenwald, giornalista americano da anni in prima fila nella difesa delle libertà civili, riceve un’email firmata Cincinnatus: il suo interlocutore gli propone di dotarsi di un efficace sistema di cifratura per fornirgli alcune informazioni di sicuro interesse. Qualche mese più tardi quelle informazioni inonderanno per settimane telegiornali, quotidiani, siti internet, sconvolgeranno la politica americana e scuoteranno le relazioni tra gli Stati Uniti e i loro principali alleati. Cincinnatus è Edward Snowden, un giovane informatico che ha lavorato per la CIA e la NSA, disposto a rivelare al mondo il più gigantesco programma di sorveglianza di massa mai concepito e realizzato: la NSA ha obbligato le società telefoniche a fornire i tabulati di tutte le comunicazioni tra cittadini americani e con l’estero, ha acquisito dati dai server dei giganti dell’informatica e di internet, spiato leader politici o funzionari europei o aziende concorrenti di società americane, potendo accedere ai testi di miliardi di email.

README.txt: A Memoir, di Chelsea Manning, 2022

Mentre lavorava come analista dell’intelligence in Iraq per l’esercito degli Stati Uniti nel 2010, Chelsea Manning ha rivelato più di settecentomila documenti militari e diplomatici classificati che aveva portato di nascosto fuori dal paese. Molti dei quali, sono stati consegnati a WikiLeaks. Nel 2011 è stata accusata di ventidue capi di imputazione relativi al possesso e alla distribuzione non autorizzati di atti militari riservati e nel 2013 è stata condannata a trentacinque anni di carcere militare. Il giorno dopo la sua condanna, Manning ha dichiarato la sua identità di genere di donna e ha iniziato la transizione, alla ricerca di ormoni attraverso il sistema dei tribunali federali. Nel 2017, il presidente Barack Obama ha commutato la sua condanna ed è stata rilasciata dal carcere. In README.txt, Manning racconta come i suoi appelli per una maggiore trasparenza istituzionale e responsabilità del governo siano avvenuti insieme a una lotta per difendere i suoi diritti di donna trans.

FILM

We Steal Secrets: The Story of WikiLeaks, di Alex Gibney, 2013

Tentando di tracciare un quadro definitivo sulla storia di Julian Assange, Alex Gibney delinea le storie delle persone e degli eventi che si nascondono dietro Wikileaks, il sito che ha scosso gli equilibri del governo degli Stati Uniti. Rendendo pubblici dei documenti che avrebbero dovuto restare assolutamente segreti, Wikileaks ha inaugurato una nuova era di trasparenza e dato avvio a una guerra dell’informazione senza precedenti.

Hacking Justice, di Clara Lopez Rubio e Juan Pancorbo, 2017

Tra la fuga di Assange nell’ambasciata dell’Ecuador nel 2012 e il suo arresto per l’estradizione negli Stati Uniti, i registi hanno seguito il suo avvocato Baltasar Garzon in tutto il mondo. Con le sfumature di un thriller senza respiro, vediamo la difesa di Assange battersi nel tentativo di contrastare una delle più grandi ingiustizie del nostro tempo. Una storia con profonde implicazioni politiche per la libertà d’informazione.

Citizenfour, di Laura Poitras, 2014

Un documentario in presa diretta, diretto da Laura Poitras e incentrato su Edward Snowden e lo scandalo spionistico della NSA. Il film è stato presentato in anteprima negli USA il 10 ottobre 2014 al New York Film Festival e nel Regno Unito il 17 ottobre 2014 al BFI London Film Festival. Nella pellicola è presente Glenn Greenwald ed è stato co-prodotto da Poitras, Mathilde Bonnefoy, e Dirk Wilutzky, con Steven Soderbergh. Ha vinto il premio Oscar al miglior documentario nel 2015.

The Great Hack, di Karim AmerJehane Noujaim, 2019

The Great Hack è un documentario del 2019 che racconta gli scandali di Cambridge Analytica per la diffusione dei dati delle persone durante la campagna presidenziale di Donald Trump nel 2016 e l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Racconta del mondo della persuasione online, dove la sorveglianza è un modello di business commerciale e può influire sulle scelte delle persone avendo ripercussioni politiche importanti. 

PODCAST

La Stanza di Adil – Stagione 2 episodio 7 – Il caso Assange. Con Stefania Maurizi, 2020

La Stanza di Adil è uno spazio virtuale dove il giornalista Adil Mauro incontra persone e condivide storie legate all’attualità e al mondo della cultura, come si legge in descrizione. In questa puntata è ospite Stefania Maurizi, la giornalista italiana che più si è occupata del caso Assange.

Rivoluzionari in codice, di Wired Italia, 2022

Un podcast che racconta di wistle-blowers e visionari dell’era di internet prodotto da Wired Italia, con Philip Di Salvo, ricercatore e collaboratore di Wired Italia, e Giuseppe Ferrazza, direttore di Wired Italia. Tra le puntate troviamo anche la storia di Julian Assange, di Chelsea Manning e di Edward Snowden.

[Daniele Molteni, ecoinformazioni]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.