ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 18 ottobre/ Mara Cacciatori/ Arte rubata

Questa puntata è dedicata a Erika Jakubovits,  una ricercatrice che lavora per restituire alla comunità ebraica le opere finite in mano ai nazisti e viene per questo definita “la cacciatrice di quadri rubati dal Reich”. Treccani definisce l’atto di rubare come l’appropriarsi, impadronirsi con mezzi e in modi illeciti, di oggetti, valori e beni che appartengono ad altri. Solitamente accade che ci si appropria di un oggetto o un’idea altri perché si ritiene questa migliore della propria. Ma come si può rubare l’Arte?

“Arte degenerata – confiscata e venduta” è la mostra ospitata dal Kunstmuseum Bern, nella capitale svizzera. Un’eredità improvvisa e inaspettata che riguarda ben 1500 opere appartenute a Hildebrand Gurlitt, padre di Cornelius e figura controversa del regime nazista. Curatore di un museo in Germania, Gurlitt senior era stato incaricato da Hitler di rintracciare in giro per l’Europa quadri di arte contemporanea dipinti da quegli artisti che il fuher considerava “degenerati”. Opere che fruttavano molto denaro, create da artisti come Marc Chagall e Max Beckmann, colpevoli – secondo la visione nazista – di essere ebrei o di avere contatti con loro, ma anche di aver creato scompiglio nel mondo dell’arte con i loro disegni cubisti o astratti che si allontanavano dalla concezione di bellezza finora conosciuta.

Nel 2018, in occasione del Giorno della Memoria è stato diffuso il primo trailer ufficiale del documentario-evento “HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI. L’ossessione nazista per l’arte.” In due modi il nazismo mise le mani sull’arte: tentando di distruggere ogni traccia delle opere classificate come ‘degenerate’ e attuando in tutta Europa un sistematico saccheggio di arte antica e moderna In anteprima mondiale nei cinema italiani solo il 13 e 14 marzo e a seguire sugli schermi di altri 50 paesi del mondo il documentario che ci guida per la prima volta alla scoperta del Dossier Gurlitt, di rari materiali d’archivio, dei tesori segreti del Führer e di Goering Con la colonna sonora originale di Remo Anzovino.

Martedì 7 febbraio 2017 il Museo Real Bosco di Capodimonte ha esposto i due dipinti di Vincent Van Gogh rubati 14 anni fa al Van Gogh Museum di Amsterdam e ritrovati dalla Guardia di Finanza in un covo della camorra, a settembre dello scorso anno. “Un’occasione imperdibile per accostarsi all’opera di uno dei più celebri artisti di sempre, che al pari di Caravaggio incarna il dramma del destino e della fragilità umana”, scrive il museo sul proprio sito web. L’emozione, la bellezza, la gioia dell’Arte ritrovata!

Un gruppo di ragazzi di origine africana gli  Unité Dignité Courage (UDC), percorre da giorni le strade dell’Europa per riprendere l’arte che i colonialisti rubarono ai loro antenati. Uno di loro, Mwazulu Diyabanza Siwa Lemba è stato arrestato in diverse città Europee per aver portato via dai musei, oggetti Africani presi in modo illecito in epoca coloniale. La sua rabbia nei confronti dei colonizzatori di un tempo e di tutto quello che strapparono via all’Africa, nasce dal passato della sua famiglia Il suo bisnonno era uno dei governatori più fedeli al re dello Zaire, nel 1800′ i colonizzatori Portoghesi e olandesi gli portarono via tutto. Mwazulu ha sentito il bisogno di riprendersi quegli oggetti quando la madre gli raccontò come i colonizzatori avessero strappato dal polso del nonno i suoi braccialetti, per poi prendere il suo scettro cerimoniale e il suo manto di leopardo.

Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.