26 febbraio/ Guerra Russia-Ucraina, manifestazioni per la pace in tutto il mondo

Nei giorni scorsi nelle principali città italiane e nelle capitali del mondo le persone sono scese in piazza per la pace e in solidarietà all’Ucraina Da Berlino a Buenos Aires passando per le principali città italiane, la guerra in ucraina ha portato per le strade migliaia di persone per chiedere la pace e manifestare solidarietà al popolo ucraino.

Due le principali bandiere: quella della pace e quella blu e gialla del paese est europeo. I manifestanti, tra i quali anche le migliaia di cittadini ucraini residenti all’estero, hanno chiesto lo stop immediato alle operazioni militari. Dopo la fiaccolata per la pace di venerdì sera tra il Colosseo e i Fori imperiali, sabato e domenica per Roma sono state giornate di mobilitazione. Il 26 febbraio la gente ha riempito piazza Santi Apostoli, nel centro della città, rispondendo all’appuntamento lanciato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil e dal mondo dell’associazionismo. Alla manifestazione erano presenti anche il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e quello della Salute, Roberto Speranza. Nel pomeriggio di domenica, invece, una grande folla si è radunata in piazza dellaRepubblica. Intanto sabato pomeriggio migliaia di persone hanno sfilato per le vie del centro del capoluogo lombardo, partendo dalla piazza antistante al Castello, nell’ambito del corteo ‘Milano contro la guerra‘.La manifestazione è stata promossa da diverse realtà associative, dai centri sociali all’Arci e Anpi. In apertura della marcia una lunga bandiera della pace tenuta sulla spalle dei manifestanti. Secondo quanto riferito dagli organizzatori, le persone che hanno partecipato all’iniziativa sono state circa 30mila. Non solo Roma e Milano. Le persone hanno invocato la pace anche a Firenze, Napoli, Trieste, Cagliari, Bologna. Quest’ultima città è stata una delle prime a mobilitarsi: venerdì sera circa 10mila persone si sono radunate in piazza a Porta Maggiore. L’iniziativa era stata indetta dall’organizzazione Portico per la pace. Sul palco, tra gli altri, sono saliti il sindaco della cittadina emiliana Matteo Lepore, la direttrice del Teatro comunale di Bologna, Oksana Lyniv, di origini ucraine. E ancora la vicepresidente della Regione, Elly Schlein, l’attore Alessandro Bergonzoni e il cantante Gianni Morandi. La manifestazione più imponente si è verificata domenica 27 febbraio a Berlino, dove hanno sfilato 500 mila persone. Il corteo era stato inizialmente previsto dalla Colonna della Vittoria fino alla Porta di Brandeburgo, ma si è poi esteso fino alla stazione della S-Bahn di Tiergarten, la metropolitana a cielo aperto. “Stop war, stop Putin”, uno dei tanti slogan portati dalla folla. I manifestanti hanno esposto bandiere gialle e blu in solidarietà con il popolo ucraino. ortei contro la guerra e presidi per la pace si sono verificati da tante parti del mondo. Migliaia di persone sono scese in piazza a Praga, Amsterdam, Parigi, Londra, Atene. Immagini sono arrivate anche da Belgrado, Ankara, Monaco, New Delhi e Buenos Aires. (da Virgilio.it)

A Roma fiaccolata per la pace, le lacrime degli ucraini: ”Fermiamo la guerra” di Fanpage.it pubblicato il 26 febbraio 2022. I manifestanti, diverse migliaia di persone, sono partiti da piazza del Campidoglio e hanno raggiunto il Colosseo illuminato di giallo e di blu, tenendo in mano candele accese e bandiere dell’Europa e dell’Ucraina.

Da La Reppublica, pubblicato il 27 febbraio 2022, La Milano che dice no alla guerra è scesa di nuovo in piazza per manifestare la propria solidarietà al popolo ucraino attaccato dalla Russia. Un lungo corteo è partito da piazza Castello e ha attraversato il centro di Milano arrivando fino a piazza Duomo.

Guerra Russia-Ucraina, proteste e arresti in molte città russe: in piazza per dire ‘’No alla guerra’’ di Fanpage.it pubblicato il 25 febbraio 2022. Il mondo scende in piazza per fermare la guerra in Ucraina. In queste ore si segnalano decine di proteste anche in molte città della Russia di Putin. Centinaia di persone sono state arrestate a Mosca e San Pietroburgo.

Milano, cittadini protestano sotto il consolato russo: ‘’Putin come Bin Laden e Saddam Hussein di Fanpage.it pubblicato il 24 febbraio 2022. Mentre sono ufficialmente iniziate le operazioni militari russe in territorio ucraino, con i bombardamenti di giovedì mattina, in tutto il mondo è partita la mobilitazione contro la guerra. A Milano, una ventina di cittadini ucraini ha protestato davanti al consolato russo. I manifestanti hanno raccontato della paura per i loro familiari che vivono in Ucraina e di come la popolazione stia affrontando l’aggressione russa.

Etg-Conflitto in Ucraina, Como risponde con una manifestazione per la pace di Espansione tv pubblicato il 26 febbraio 2022, la gente di como è scesa giù per far sentire la propria voce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.